The Imitation Game: ecco la storia vera da cui è tratto il film

Ecco qual è la storia vera da cui è tratto The Imitation Game, il film con Benedict Cumberbatch che racconta la storia di Alan Turing.

The Imitation Game è stato uno dei film di maggiore successo fra quelli usciti nel 2014 e l’anno successivo ha fatto incetta di premi vincendo anche un Oscar, quello per la Migliore sceneggiatura non originale. La storia raccontata nella pellicola non è infatti frutto dell’immaginazione di qualche sceneggiatore ma è tratta dalla biografia Alan Turing. Una biografia, uscita nel 1983 scritta da Andrew Hodges. La trama del film è infatti basata sulla storia di personaggi realmente esistito e fatti realmente accaduti: vediamo allora qual è la storia vera di The Imitation Game.

The Imitation Game: la storia vera

Il protagonista di The Imitation Game è il matematico Alan Turing, uno dei padri dell’informatica. E’ stato l’inventore della macchina di Turing, una sorta di predecessore dei moderni computer: grazie all’ausilio di questo strumento, messa a disposizione dell’esercito, durante la seconda guerra mondiale la Gran Bretagna riuscì a decifrare i messaggi in codice della Germania.

Benedict Cumberbatch

La macchina era in grado di eseguire velocemente i propri calcoli e decodificare anche i codici creati dalla macchina crittografica Enigma che utilizzava l’esercito tedesco.

Nonostante il grande supporto dato per la vittoria nella seconda guerra mondiale, Alan Turing non ebbe una vita facile e fu perseguitato dal proprio governo per via della sua omosessualità. Arrestato per questo motivo, per non finire in carcere scelse la strada della castrazione chimica: ciò lo porto negli anni successivi ad ammalarsi di depressione e il 7 giugno del 1954 Alan Turing, all’età di appena 41 anni, morì suicida.

The Imitation Game: il cast del film

In The Imitation Game a interpretare il ruolo del protagonista, Alan Turing, è l’attore Benedict Cumberbatch. Nel cast del film sono inoltre presenti Keira Knightley, Matthew Goode, Mark Strong, Charles Dance, Allen Leech, Matthew Beard, Rory Kinnear e Alex Lawther.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Generated by Feedzy