Enrico Montesano: il presunto saluto romano alle prove di Ballando con le stelle

Enrico Montesano, già allontanato dalla Rai per la maglietta indossata della decima mas, durante le prove avrebbe fatto il saluto romano.

Enrico Montesano, ex concorrente di Ballando con le stelle, è indagato dalla Rai dopo essere apparso in televisione con una maglietta con simbolo e motto legati al fascismo e al nazismo. La maglietta indossata durante le prove riportava infatti il simbolo fascista della Decima Mas, il corpo militare della Repubblica di Salò. Ora l’attore è nuovamente indagato perchè avrebbe fatto il saluto romano all’inizio delle prove dell’ultima puntata del programma, secondo quanto riporta un comunicato ufficiale dell’ANSA.

Enrico Montesano: il presunto saluto romano alle prove

Il suo gesto è stato ripreso da un video, ma al momento non sono disponibili ulteriori informazioni. La Rai sta ancora indagando sulla questione, che ha definito “inaccettabile“. Montesano si è difeso dicendosi “assolutamente lontano dal fascismo e dal nazismo” e ha chiesto un incontro con il presidente dell’Anpi.

Mi chiedo come sia potuto sfuggire alla regia di @Ballando_Rai il simbolo della Xª Flottiglia MAS sulla maglietta di Enrico Montesano. Una formazione che operò al fianco dei nazisti nella repressione anti-partigiana, colpevole di orrendi crimini di guerra. #matrice pic.twitter.com/dBoWd1IM15

— Alekos Prete (@AlekosPrete) November 13, 2022

Tuttavia, la sua compagna di ballo professionista, Alessandra Tripoli, nega che abbia fatto un saluto romano, dicendo che stava semplicemente gesticolando con il braccio in un numero di ballo coreografato. Queste le sue parole: “Non era un saluto romano, ma un gesto della coreografia. Il compito della settimana era proporre un numero di show dance. Ho scelto This is me, dal musical The Greatest Showman, e ho studiato nei dettagli il tutorial che ho trovato su YouTube in cui una coppia di coreografi illustra tutti i movimenti e finisce con il braccio alzato”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Generated by Feedzy