Chiara Ferragni, altra bufera: “Uno schiaffo alla fame e alla povertà”

Nuova pioggia di critiche per Chiara Ferragni e, in generale, per tutta la famiglia Ferragnez. Ecco cosa è successo sui social.

Il pandoro, la beneficenza e ora anche lo spacchettamento di alcuni regali speciali arrivati da Dior. Cosa hanno in comune queste tre cose citate? Ovviamente la protagonista: Chiara Ferragni. Ma anche, a dirla tutta, la polemica che si è generata in tutti e tre i casi. L’ultima vicenda, in ordine cronologico, riguarda un momento molto tenero e simpatico nel quale la nota influencer e imprenditrice digitale ha voluto aprire alcuni regali per tutta la famiglia arrivati direttamente da Dior. La donna ha condiviso il tutto sui social e ha scatenato molte reazioni.

Chiara Ferragni, bufera social per i regali Dior

Chiara Ferragni

“Questo è per Leo! Questo per mamma e anche questo!”, si sente nel video Chiara Ferragni mentre parla simpaticamente con Vittoria e col piccolo Leo. Fedez, regista per l’occasione, filma tutto e se la ride. L’imprenditrice, invece, mostra tutti i doni firmati Dior aprendo i pacchetti. Niente di male, se non fosse che i tanti seguaci della donna abbiano avuto da ridire.

In modo particolare, non è piaciuta a molti quella che viene definita come “l’ostentazione di questi doni”. Diversi utenti non hanno apprezzato far vedere la ricchezza e lo stile di vita così agiato di tutta la famiglia, specie in un momento come quello che si vive in Italia dove molti hanno problematiche ad arrivare a fine mese.

“Uno schiaffo alla fame e alla povertà in cui riversano i cittadini italiani”, ha scritto un utente. “Io sotto un albero così spacchetto le mie lacrime”, ha detto un altro.

“Non capisco perché, pur potendosele permettere, ai ricchi viene regalato quasi tutto”. “Se solo donassero 1 milione, che è una minima parte del loro patrimonio…”. Insomma, la contestazione non manca…

Di seguito il post Instagram condiviso dalla nota influencer e imprenditrice digitale dove è possibile leggere i tanti commenti arrivati nel giro di pochissimo tempo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Generated by Feedzy